martedì 29 giugno 2010

Shoei Wyvern II

Come vi ho scritto già qualche tempo fa, i costruttori giapponesi di caschi riservano per il loro mercato interno alcuni modelli che, purtroppo, i motociclisti europei attraverso i distributori ufficiali non conosceranno mai. Uno dei casi più evidenti è quello dello Shoei Wyvern II, casco già da qualche anno nei listini della casa giapponese e mai visto in Europa.

Il casco è caratterizzato da una calotta dalla forma molto originale, ispirato a quelli di impostazione automobilistica caratterizzati dalla visiera incernierata. Sinceramente non ho mai compreso il motivo per cui questo casco non è stato importato in Italia.

Il settore dei caschi da moto "simil F1" non è mai stato molto affollato e, nonostante tutto, il successo dei caschi Bell dimostra che le calotte di questo tipo, magari con particolari interni e buone rifiniture, godono di un certo fascino presso i motociclisti.
In basso vi mostro i colori per l'anno 2010 e più in basso alcune grafiche degli anni precedenti.

A me piace molto...e a voi?

Francè


Shoei Wyvern II 2010 :






Shoei Wyvern II "Revize" 2010 :




Old Collection

Shoei Wyvern II "Dominion":


Shoei Wyvern II "Graffito":



Shoei Wyvern II "Divine":






Shoei Wyvern II "Galaxy":




Foto: Shoei Japan

2 commenti:

Michele Cito Tobitaka ha detto...

molti magari sono solo omologati per la normativa Giappone e la casa non ha interesse ad omologarli ECE o DOT perchè ritiene che la spesa non valga la candela...nell'ottica di sovrapposizione dei modelli forse loro ritengono che possa dare fastidio allo Spirit II o a qualcos'altro che magari è stato progettato espressamente per combattere sul mercato anche europeo contro Arai, HJC ma anche AGV, xlite, Suomy ecc

idea mia...poi non so

Francè ha detto...

può essere Michele...soprattutto considerando i costi di progettazione diversi...

Però...questo casco doveva rivaleggiare contro il bellissimo arai gp5x (modello "motociclistizzato" del casco che corre in F1) e contro i nuovi bell M5...

penso che questi caschi abbiano un loro mercato mentre i race penso abbiano il cliente pistaiolo per eccellenza..

Mi piacerebbe conoscere qualche opinione di chi è "dietro le quinte"

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...